Omaggio al poeta De Andrè.

Vivo per lei perchè mi fa vibrare forte l'anima
Avatar utente
Je_Suis_Clochard
Magnolia
Magnolia
Messaggi: 116
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2012, 22:15

Omaggio al poeta De Andrè.

Messaggioda Je_Suis_Clochard » sabato 31 marzo 2012, 13:32

Ho amato De Andrè da ragazzo, ascoltavo le sue canzoni con un gruppo di amici, si tentava di suonarle poi con la chitarra, vuoi per la passione verso l'artista, oppure, per attirare le ragazze, riporto di seguito il testo di due sue canzoni:

La Canzone di Marinella.

Questa di Marinella è la storia vera
che scivolò nel fiume a primavera
ma il vento che la vide così bella
dal fiume la portò sopra a una stella

sola senza il ricordo di un dolore
vivevi senza il sogno di un amore
ma un re senza corona e senza scorta
bussò tre volte un giorno alla sua porta

bianco come la luna il suo cappello
come l'amore rosso il suo mantello
tu lo seguisti senza una ragione
come un ragazzo segue un aquilone

e c'era il sole e avevi gli occhi belli
lui ti baciò le labbra ed i capelli
c'era la luna e avevi gli occhi stanchi
lui pose la mano sui tuoi fianchi

furono baci furono sorrisi
poi furono soltanto i fiordalisi
che videro con gli occhi delle stelle
fremere al vento e ai baci la tua pelle

dicono poi che mentre ritornavi
nel fiume chissà come scivolavi
e lui che non ti volle creder morta
bussò cent'anni ancora alla tua porta

questa è la tua canzone Marinella
che sei volata in cielo su una stella
e come tutte le più belle cose
vivesti solo un giorno , come le rose

e come tutte le più belle cose
vivesti solo un giorno come le rose.


Quello che non ho.

Quello che non ho è una camicia bianca
quello che non ho è un segreto in banca
quello che non ho sono le tue pistole
per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole

Quello che non ho è di farla franca
quello che non ho è quel che non mi manca
quello che non ho sono le tue parole
per guadagnarmi il cielo per conquistarmi il sole

Quello che non ho è un orologio avanti
per correre più in fretta e avervi più distanti
quello che non ho è un treno arrugginito
che mi riporti indietro da dove son partito

Quello che non ho sono i tuoi denti d'oro
quello che non ho è un pranzo di lavoro
quello che non ho è questa prateria
per correre più forte della malinconia

Quello che non ho sono le mani in pasta
quello che non ho è un indirizzo in tasca
quello che non ho sei tu dalla mia parte
quello che non ho è di fregarti a carte
Quello che non ho è una camicia bianca

quello che non ho è di farla franca
quello che non ho sono le tue pistole
per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole
Aver bisogno di essere approvato è come dire: "vale più il tuo concetto su di me dell'opinione che ho di me stesso.

Avatar utente
angioletta
Magnolia
Magnolia
Messaggi: 141
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 0:25
Località: monza e brianza

Re: Omaggio al poeta De Andrè.

Messaggioda angioletta » lunedì 2 aprile 2012, 21:55

conosco a memoria tutte le canzoni di De' Andre' ricordi di una adolescenza pura e anche impegnata. I ragazzi soprattutto suonavano la chitarra e noi a cantare. Il migliore LP (era neolitica) LA BUONA NOVELLA.
Ma con lui anche Battisti Dalla Guccini.

allego qualche video se riesco per me stupendi.



se non sono riuscita qualche moderatore mi aiuterà e poi imparerò :oops:
PRIMA O POI TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE

Avatar utente
InChanto
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 147
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2012, 21:14

Re: Omaggio al poeta De Andrè.

Messaggioda InChanto » lunedì 9 aprile 2012, 14:11

Raramente Fabrizio De Andrè ha cantato canzoni di altri e altrettanto raramente ha cantato assieme ad altri. Un'eccezione è rappresentata da "La fiera della Maddalena", una stupenda canzone di Max Manfredi che in pochi conoscono. De Andrè interviene nella seconda parte della canzone, la sua voce arriva all'improvviso come una lama di luce, squarciando il nostro pensare assorto.

Video Meliora Proboque Deteriora Sequor

Avatar utente
RobinHood
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 13:29

Re: Omaggio al poeta De Andrè.

Messaggioda RobinHood » mercoledì 11 aprile 2012, 23:28

Fabrizio De Andrè Live - Via del Campo


Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.


Torna a “Musica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti