La solitudine

C’è un'unica specie di amore, ma ce ne sono mille copie diverse
Avatar utente
kcuoricina
Hibiscus
Hibiscus
Messaggi: 317
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2012, 15:54

La solitudine

Messaggioda kcuoricina » venerdì 6 aprile 2012, 16:13

Malessere che tutti conosciamo
ma pochi ammettono di conoscere...
La solitudine per me è stata un ottima
consigliera ha tirato fuori i miei sentimenti
più nascosti.
E' arrivata in periodo della mia vita
dove veramente ero sola con me stessa
perchè a volte la vita cambia anche contro la nostra volontà...
All inizio stavo male ma poi con intelligenza
ho imparato a conviverci...
Ci sono stati giorni di grande silenzio
dove ho visto le cose con altri occhi
cose che mi sembravano di un colore scuro
mentre invece erano solo offuscate da un mio malessere
Non sono mai stata una persona ne triste ne taciturna
ma ho imparato che spesso il silenzio vale di più di 1000 parole..
Anche se nn sono mai sola perchè ho una vita abbastanza impegnativa
ho apprezzato il valore della solitudine che mi ha portata
in un mondo che nn conoscevo:
il benessere dell anima....
Ultima modifica di kcuoricina il giovedì 3 maggio 2012, 6:39, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
angioletta
Magnolia
Magnolia
Messaggi: 141
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 0:25
Località: monza e brianza

Re: La solitudine

Messaggioda angioletta » martedì 10 aprile 2012, 14:59

Puoi essere in mezzo a tanta gente e non essere mai sola fisicamente.
La solitudine peggiore è quella del cuore....perchè non riesci a far capire e sentire come sei dentro.
Eppure hai provato a spiegare con le parole. Quando capisci che non esiste nessuna parola per far capire il tuo essere allora cominci a fare silenzio perchè ti dici che è inutile.
Oh come sarebbe bello che anche in questo silenzio qualche persona (qualche) potesse capire.
E poi ti dici che pretendi troppo e forse se non fosse così saresti piu' felice.
Questo pretendere è perchè tu sei sempre intenta a cercare di sentire gli altri.
Io non so' fare altrimenti... :)
PRIMA O POI TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE

scrigno
Viola
Viola
Messaggi: 14
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2012, 15:44

Re: La solitudine

Messaggioda scrigno » mercoledì 11 aprile 2012, 11:26

La solitudine, quella vera, scelta consapevolmente, non è una punizione, e nemmeno una forma morbosa e risentita di isolamento, né un vezzo da eccentrici, bensì l'unico stato davvero degno di un essere umano. :)

Avatar utente
LaGiada
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 43
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 19:35

Re: La solitudine

Messaggioda LaGiada » mercoledì 11 aprile 2012, 17:57

Io fuggo sempre dalle definizioni.
Non mi piacciono perché, oltre a non essere esaustive, sono come abiti acquistati ai grandi magazzini: chiunque abbia un fisico passabile è in grado di indossarli.
I concetti, invece, quelli articolati, sebbene possano non persuadere, sono come abiti sartoriali: ti cadono a pennello, ti rappresentano e ti fanno sentire a tuo agio.
Non so definire né l’amore né la solitudine.
So che, per me, il primo rappresenta una spinta propulsiva, la seconda una spinta repressiva.
L’amore schiude le mie labbra, le mie braccia, le mie viscere; la solitudine, al contrario, rigetta i desideri, mi chiude fuori dal mondo.
Io credo profondamente che l’uomo sia un essere che vive di relazioni sociali (come potrei pensarla diversamente, essendo, peraltro, un’assidua frequentatrice del ns chan??).
Credo che per realizzarsi ‘’spiritualmente’’ non si possa ambire all’isolamento, eppure spesso è necessario per entrare in contatto con se stessi, per ricercare un equilibrio, un’armonia…
Una ricerca, dal mio punto di vista, finalizzata ad essere proiettata al mondo, giammai orientata a un intimismo sciocco, vuoto …sterile.
E’ il dolore, a mio parere, quello che immobilizza, che paralizza e che ci spinge verso una chiusura totale. Quello stesso dolore di cui parlava la mia amica Kuoricina.
E angioletta, in un certo modo, è d’accordo con me, quando dice :’’ oh, come sarebbe bello che anche in questo silenzio qualche persona (qualche) potesse capire’’.
Infondo l’uomo non è fatto per vivere solo (sebbene nasca e muoia in solitudine), ma è fatto per condividere quel ‘’benessere dell’amina’’ , quella progettualità che non è affatto propria di uno stato alterato (ebbravo Anco Marzio, figo il tuo gioco di parole ne ‘’l’evoluzione dell’amore’’!! :lol: ), al contrario:la progettualità è propria di uno stato cosciente, razionale ed equilibrato.
LaGiada

Avatar utente
Angje
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 28
Iscritto il: sabato 7 aprile 2012, 19:37

Re: La solitudine

Messaggioda Angje » mercoledì 11 aprile 2012, 21:47

Angioletta ha espresso esattamente il mio stato d'animo da alcuni mesi a questa parte, alcune delusioni e altre vicissitudini della vita mi hanno scaraventata dritta dritta nella solitudine del cuore...io che ero la persona più casinista e positiva mi ritrovo chiusa a riccio in me stessa, nel mio triste silenzio e rifiuto di ritornare a sentire gli altri ma sopratutto rifiuto di sentire me stessa. Di conseguenza sento di non essere più in grado di dare, di essere una persona in grado di esprimere il suo essere... quell'essere interiore è prosciugato nel suo esprimersi...e molte sere sono lì presente a leggere i vostri gioiosi dialoghi senza riuscire a farmi sentire, lì come spettatrice silenziosa incapace di prendere parte al dialogo, incapace di essere parte del gruppo gioioso.
La solitudine e il silenzio dovrebbe essere solo la scelta di qualche istante per fermarsi a lasciare entrare dentro di sè tutta l'armonia che ci circonda, l'armonia che ci regala l'espressione della natura, da l'alba di una bella giornata di sole che promette un nuovo giorno di vita, all'esplosione di colori e profumi che ritorna ogni primavera a parlarci della vita che rinasce...ma poi dopo quell'istante di solitudine tutto dovrebbe essere un vivere in simbiosi con gli altri, condividendo progetti da attuare insieme dietro il motto dove finisci tu ci sono io e dove il mio limite mi ferma ci sei tu a proseguire...oppure nel confrontare vite così lontane ma così simili nel gioire, soffrire, affrontare tutte le difficoltà giornaliere.
La solitudine del cuore è silenzio, un silenzio interrotto solo dal rumore dell'anima che si schianta come un’onda contro lo scoglio del dolore e le onde delle lacrime sembrano portarla negli abissi di un baratro senza fine.
Perduto è tutto il tempo che in amar non si spende

Avatar utente
LaGiada
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 43
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 19:35

Re: La solitudine

Messaggioda LaGiada » mercoledì 11 aprile 2012, 22:51

Ricostruirsi è sempre doloroso... e spesso si resta senza fiato, come quando si corre su una strada in salita.
Tutti noi abbiamo un silenzioso alleato, Angje: il tempo!
E quando un' onda che si infrange contro gli scogli, smette di far rumore e diventa un suono consolatorio, allora percepiamo di essere già fuori dal baratro...
Buona notte :*

Avatar utente
kcuoricina
Hibiscus
Hibiscus
Messaggi: 317
Iscritto il: lunedì 2 aprile 2012, 15:54

Re: La solitudine

Messaggioda kcuoricina » mercoledì 11 aprile 2012, 23:00

La solitudine per me è stata
un ottima consigliera...
Ho scoperto un mondo che apparentemente sembra molto
triste invece ribadisco se vissuta con la consapevolezza
del dolore da noi vissuto ci fa rinascere in un mondo
nuovo...

Avatar utente
RobinHood
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 13:29

Re: La solitudine

Messaggioda RobinHood » mercoledì 11 aprile 2012, 23:07

Esiste una solitudine cercata, una solitudine che non è rinuncia verso gli altri ne, di altri verso te, è una solitudine della meditazione, un periodo dove sei incerca di un equilibrio interiore, non è uno stato negativo seguito da eventi tristi ,anzi, è un momento cercato, un periodo dove cominci o, ricominci, ad amarti e capirti, per poi, potere amare e capire gli altri.
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.

Avatar utente
angioletta
Magnolia
Magnolia
Messaggi: 141
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 0:25
Località: monza e brianza

Re: La solitudine

Messaggioda angioletta » giovedì 12 aprile 2012, 16:38

RobinHood ha scritto:Esiste una solitudine cercata, una solitudine che non è rinuncia verso gli altri ne, di altri verso te, è una solitudine della meditazione, un periodo dove sei incerca di un equilibrio interiore, non è uno stato negativo seguito da eventi tristi ,anzi, è un momento cercato, un periodo dove cominci o, ricominci, ad amarti e capirti, per poi, potere amare e capire gli altri.


E' proprio così.....già sperimentato.
Cara Angje questo è il momento del dolore e bisogna accettarlo senza distruggerci. Ma bisogna avere la consapevolezza che questo passerà. Come dice Giada è il tempo che aiuta e non è solo un modo di dire è proprio così che noi lo vogliamo a no.
Non credere Angje che tutte le persone che sorridono in chat sono persone serene....si cerca forse un po' di sorridere un pochino proprio per non pensare al nostro dolore. Devo dire che aiuta davvero ;) . Mi ritrovo a volte ad andare a dormire con il sorriso sulle labbra. Come dice Robin sfruttiamo questi momenti di dolore interiore per ricostruirci e riproporci al mondo........anche se sono convinta che il parlarne con qualche buon amico/a puo' aiutare e far riflettere poi nel nostro silenzio
:)
PRIMA O POI TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE

Avatar utente
Angje
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 28
Iscritto il: sabato 7 aprile 2012, 19:37

Re: La solitudine

Messaggioda Angje » venerdì 13 aprile 2012, 12:11

E' vero cari amici lontani, lo stare a chiacchierare in rete aiuta moltissimo, ti estranei per un pò dalle vicissitudini giornaliere e ti immergi in uno stato psicologico più leggero e allegro, sopratutto quando poi percepisci di stare a dialogare con altre anime sensibili nelle quali ti rispecchi...infatti ora più che mai penso quanto sia un grande aiuto trovarsi in questo contesto, lo pensavo anni fa quando le persone speciali che ho conosciuto in chat mi hanno dato modo di sfamare la mia voglia di conoscere, di capire, di saziare questo animo inquieto sempre alla ricerca di un perchè e sopratutto hanno accresciuto la mia autostima quando percepivo in loro la mia stessa gioia di trasformare la conoscenza virtuale in amicizia reale. Infatti quello che poi ci accomuna è la sensibilità, il rispetto e la voglia di un amicizia vera, un amicizia che ti mette a tuo agio che ti rende libera di essere te stessa, fuori da un contesto sociale che è sempre lì a giudicarti invece di capirti, e quando il tuo animo è proteso verso l'armonia tra esseri umani, soffri di ogni screzio che va a rompere quell'armonia.
Sò benissimo che dietro quelle frasi buttate lì tanto per dire due cazzate allegre ci sta dentro qualcuno che soffre le difficoltà e le delusioni che inevitabilmente la vita porta con sè, ed è una cosa splendida mettere da parte problemi e tristezze di ogni giorno per regalare a se ma sopratutto agli altri quel sorriso sulle labbra che citava angioletta.
Mi trovo bene con voi, e sono contenta di essere tra voi...e come le esperienze di vita mi hanno insegnato alcune cose non succedono mai per caso, ma sono lì nel posto giusto nel momento giusto ^_^
Un bacione
Perduto è tutto il tempo che in amar non si spende


Torna a “I Dubbi dell'Amore”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite