La Chat.

Tutto quello che non sapete sulla Chat e sul Forum e che non avete mai osato chiedere potete chiederlo qui
Avatar utente
Cyrano
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 40
Iscritto il: sabato 31 marzo 2012, 20:53

La Chat.

Messaggioda Cyrano » sabato 31 marzo 2012, 21:08

La Chat.

Leggendo in internet, mi sono imbattuto su un articolo dove una donna parlava delle donne in chat, lo riporto nei passaggi essenziali:
"Care signore della chat, se vi dovessero fermare per strada e chiedere: “ …che misura di reggiseno porti? Il tuo matrimonio come va? Hai mai tradito? La tua vita sessuale ti soddisfa?”. Beh, io credo che sarei talmente disgustata dal tentativo d’intrusione nella mia vita che reagirei solo in un modo, con una gran bella “pizza” in faccia all’interlocutore così maleducato.
Nella realtà c’è un codice di comportamento che impedisce simili approcci, ma perché in chat si accettano domande e richieste a cui, nella vita normale, ogni donna sana di mente sarebbe autorizzata a rispondere con una martellata in testa?
Semplice! Perché in chat è normale, non si ha nessuna remora a rispondere a questo tipo di domande, si abbattono tante censure…dopotutto, siamo lì per conoscere quanti più uomini possibili, no? E quindi bando alle ipocrisie, liberiamoci dei tabù, della nostra facciata di perbenismo e tuffiamoci subito in fantasie molto ben nascoste nella vita reale…. Conosciamo una persona e dopo 10 minuti diventiamo amiconi, nascono alleanze improvvise, ci si ritrova a raccontare di amori persi, di occasioni svanite, di delusioni e di fallimenti. Si diventa subito divertenti, loquaci e simpatici. E cosa importa se seguono a ruota subitanei voltafaccia incapaci di lealtà?…tanto ci protegge un monitor…
Nella chat puoi apparire e non essere, e quindi perché non approfittarne? Allora via libera ad ogni tipo di menzogne, più o meno consapevoli… si può provare il piacere di essere quello che non si è e non si sarà mai, condividere false passioni e interessi solo per il gusto di darsi un tono...
Vorrei capire cosa spinge, che bisogni hanno “certe” donne quando decidono di andare in chat.
Ho sempre pensato ingenuamente, e forse stupidamente, che è la donna a fare la differenza in una relazione (matrimonio, amicizia…). Credo davvero che una donna può, se vuole, redimere il delinquente più incallito e rovinare l'uomo più buono della terra. Sarò maschilista, ma sono portata a “comprendere” (non giustificare…) in parte certi comportamenti degli uomini in chat. Dopotutto i seduttori compulsivi, i “trombeur de femmes virtuali”col loro campionario di frasi ad effetto sempre pronto, i bugiardi patologici, ci sono sempre stati e ci proveranno sempre… ma sta a noi donne stopparli in una frazione di secondo e mantenere la vostra dignità. A me sembra, leggendo certi profili, che in chat gli uomini siano meno falsi delle donne; se vanno lì per rimorchiare, per una “conoscenza veloce”, quasi sempre non ne fanno un mistero, lo ammettono subito, anzi… mettono subito le mani davanti.
Le donne no, perse in un misto di ipocrisia e ingenue speranze…
Già dai profili sembra di essere al mercato : una vetrina di gnocche bionde, brune, rosse, alte, occhi a mandorla o da cerbiatta, blu, verdi, grigi e gialli... La vuoi Timida? Piccante? Passionale? Allegra? Ce n’è per tutti i gusti…
C’è la sognatrice… per la quale andare in chat equivale a mettersi il vestito della festa e poi scendere nella piazza virtuale a fare relazioni pubbliche per promuovere se stessa. Sono donne che vivono la realtà come pagine di un romanzo e ad ogni nick maschile assegnano il ruolo che hanno deciso debba svolgere, per poi scaricarli in una frazione di secondo appena il soggetto in questione dimostra di non volersi immedesimare nella parte…
Ci sono i “sepolcri imbiancati”, la categoria per cui provo più ribrezzo… quelle che vivono la loro vita pubblica in modo irreprensibile, mostrando un’aureola che cade non appena cominciano a muovere le dita su una tastiera, quando vien fuori l’anima oscura che sanno nascondere così bene a tutti. Certo è gratificante e magari divertente questo senso di onnipotenza che dà la possibilità di mettersi tante maschere, la possibilità di inventarsi infinite vite con la protezione di un monitor e finalmente poter mostrare parti di sé temute, nascoste, desiderate. Magari per vendicarsi di un torto, o soddisfare voglie perverse… Ma a cosa serve? Tanto poi, quel che sei, con il tempo viene fuori... e la vita prima o poi chiede sempre il conto…
E le seduttrici ad oltranza…? Quelle che riempiono il profilo di foto tanto sexy quanto false, accumulano amici a decine, scelgono la preda, l’affascinano con le parole, tanto mistero e banale narcisismo…donne in realtà profondamente infelici col partner o malate di solitudine, eternamente alla ricerca di una conferma del loro fascino, consapevoli che nella realtà hanno raccolto solo fallimenti…
Ci sono quelle che vanno in chat solo per “conoscere belle persone”. Che ipocrisia! Tanto poi si sa che trovata la “bella persona”, il passo successivo è la verifica sul campo…. A queste credo si possa applicare un aforisma di Sacha Guitry che mi fa sorridere:"Ci sono donne che vanno dicendo con convinzione "Io non mi vendo" e giurano di non accettare alcuna proposta. Son proprio quelle che ti rovinano..."
E che svendita di donne solari! Solare...nel senso che prima o poi ti danno una sòla? Mi fanno ridere quelle che si definiscono “passionalesensibileaffettuosassoltutamenteriservatissima”…salvo poi trascorrere in chat tutta la giornata e gran parte della notte a parlare di quanto sia timida e introversa.
Ma la categoria che mi incuriosisce di più è di quelle che vanno lì a parlare dei propri problemi sentimentali, o familiari o sessuali. Io non ho tabù riguardo al sesso, ma non riuscirei a parlare con naturalezza con uno sconosciuto di qualcosa di tanto intimo e privato che credo debba rimanere una cosa da vivere e di cui parlare in due. Non so voi, ma tutto questo mi ricorda tanto il mercato centrale, quello del pesce, dove c'è abbondanza di cozze, scorfani e polipi ma finisce, che dopo una grande abbuffata, vomiti tutto.
Credete davvero che la chat sia il posto giusto dove alleviare la solitudine, condividere i problemi, avere comprensione? Lì non c'è educazione, etica, alcun pudore....tutto è messo in piazza, nascita, vita, lavoro, famiglia... e vivisezionato col nostro permesso.
Trovo triste e patetico cercare di annullare i propri problemi nel virtuale, risolvere i propri conflitti relazionali in un mondo fatto di fantasie e banalità. E mi fanno paura le emozioni spese male, quelle che ci rendono aridi e portano solo danni ad altri.
Scrivere questo post mi è costato, non mi piace fare il giudice della vita e dei comportamenti degli altri. Ma a chi cerca di convincermi che la chat tira fuori l’anima più profonda delle persone, rispondo che tira fuori il peggio di noi, e che è difficilissimo trovare chi, nel passaggio dal virtuale al reale, ti conferma l’impressione data dietro il monitor, piuttosto si rischia di essere trascinati in una melma talmente fastidiosa da farti stare realmente male.
Fuggire dalla realtà è un bisogno comune a tutti, si passa la vita a fuggire da una situazione insostenibile, da un sentimento che cambiato nel tempo, da se stessi, da un luogo. Si fugge per cercare qualcosa di nuovo che ci emozioni, ci faccia sentire di nuovo vivi, che ci dia speranza, per azzerare i pensieri e sentirsi liberi. Ma è una fuga che può portarci lontani da noi stessi, rischiando di farci perdere il possesso di sè, cambiando radicalmente la vita e la socialità di chi ne resta invischiato.
Stanchi di lottare contro i nostri pensieri, tentiamo di scacciarli, in fuga verso un nulla affollato di fantasmi che raccontano storie che svaniscono appena dette.
Dovremmo chiederci cosa significa x noi la chat…o si rischia di passare la propria vita a sognare e inventarsi mille altre vite virtuali correndo il rischio fra qualche anno di rimpiangere le piccole cose reali che ci rendevano davvero felici.
Bisogna stare attenti - o ci dimentichiamo di vivere… veramente".
Fatti non foste a viver come bruti , ma per seguir virtute e canoscenza .

Avatar utente
angioletta
Magnolia
Magnolia
Messaggi: 141
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 0:25
Località: monza e brianza

Re: La Chat.

Messaggioda angioletta » domenica 1 aprile 2012, 0:56

Ciao Cyrano mai pensato che magari qualcuno ci va' per passare un po' di tempo e divertirsi???
oh cavolo esistono anche queste donne......tu non ci crederai ma esistono :)
PRIMA O POI TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE

Avatar utente
Chanel_5
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 0:19

Re: La Chat.

Messaggioda Chanel_5 » domenica 1 aprile 2012, 1:42


:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Imbecilli si nasce o si diventa? chissà... una cosa è certa:qualcuno parte già avvantaggiato!

Avatar utente
Cyrano
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 40
Iscritto il: sabato 31 marzo 2012, 20:53

Re: La Chat.

Messaggioda Cyrano » domenica 1 aprile 2012, 3:27

angioletta ha scritto:Ciao Cyrano mai pensato che magari qualcuno ci va' per passare un po' di tempo e divertirsi???
oh cavolo esistono anche queste donne......tu non ci crederai ma esistono :)



Dillo alla donna che ha scritto l'articolo angioletta, io l'ho solo riportato, mica condiviso nel contenuto. Devo dire per amor del vero, che riconosco nello scritto tanti nik letti in giro per le chat, però è vero, non bisogna fare di un erba un fascio, ed io continuo a chattare grazie e per quell'erba che si salva dal fascio!!!!!!..... :D :D :D :D
Fatti non foste a viver come bruti , ma per seguir virtute e canoscenza .

Avatar utente
bob
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 32
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 2:36

Re: La Chat.

Messaggioda bob » domenica 1 aprile 2012, 22:08

Perché la liberta esiste solo se uno se ne serve. Sotto, sotto gli uomini sono romanzeschi: vivono qualcosa e si raccontano tutt' altro. Alla vita ne sovrappongono un'altra segreta, desiderata, immaginata di cui sono i poeti muti.
Dire quello che si pensa e fare quello che si dice non è un obbligo, è un privilegio!

Avatar utente
angioletta
Magnolia
Magnolia
Messaggi: 141
Iscritto il: domenica 1 aprile 2012, 0:25
Località: monza e brianza

Re: La Chat.

Messaggioda angioletta » lunedì 2 aprile 2012, 22:03

Cyrano ha scritto:
angioletta ha scritto:Ciao Cyrano mai pensato che magari qualcuno ci va' per passare un po' di tempo e divertirsi???
oh cavolo esistono anche queste donne......tu non ci crederai ma esistono :)



Dillo alla donna che ha scritto l'articolo angioletta, io l'ho solo riportato, mica condiviso nel contenuto. Devo dire per amor del vero, che riconosco nello scritto tanti nik letti in giro per le chat, però è vero, non bisogna fare di un erba un fascio, ed io continuo a chattare grazie e per quell'erba che si salva dal fascio!!!!!!..... :D :D :D :D


Cyrano.......quale erba???? :lol: :lol: :lol: :lol: scherzo.

Mi metterò in contatto con quella donna.....devo dirgliene quattro. ;)
PRIMA O POI TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE

Avatar utente
Angje
Tulipano
Tulipano
Messaggi: 28
Iscritto il: sabato 7 aprile 2012, 19:37

Re: La Chat.

Messaggioda Angje » lunedì 16 aprile 2012, 15:08

Bob bella questa frase:
Perché la liberta esiste solo se uno se ne serve. Sotto, sotto gli uomini sono romanzeschi: vivono qualcosa e si raccontano tutt' altro. Alla vita ne sovrappongono un'altra segreta, desiderata, immaginata di cui sono i poeti muti...
Perduto è tutto il tempo che in amar non si spende

lovellina
Margherita
Messaggi: 2
Iscritto il: venerdì 20 luglio 2012, 20:37

Re: La Chat.

Messaggioda lovellina » lunedì 23 luglio 2012, 23:44

:stup e ora ?????????? non so più chi sono !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :D
Comunque, oltre gli scherzi e senza rientrare nei luoghi comuni dell'erba, del fascio ecc ecc credo di essere stata fortunata. Nonostante abiti moooolto lontano ho avuto il piacere di conoscere gente di chat ( chiarisco che ho sempre e solo chattato in chat italiane) e non sono rimasta delusa. L'amicizia dimostrata virtualmente (vabbè che erano altri tempi) e il loro modo di essere non mi ha mai delusa quando li/le ho conosciuti/e personalmente. Sono ormai passati 15 anni dal giorno in cui mio marito e figlio incontrarono un chan italiano e posso dire, gratamente, che ancora sento alcune delle persone presenti quel giorno, che le ho conosciute di persona insieme a mio figlio in Italia e altre sono venute qui a trovarci .. insomma, credo dipenda da cosa cerca ognuno di noi.

Avatar utente
Sophie
Viola
Viola
Messaggi: 12
Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 23:53

Re: La Chat.

Messaggioda Sophie » sabato 4 agosto 2012, 16:09

Che storia è questa?.....la chat!!
....credo che nn ci sia nemmeno tanto da psicanalizzare......è un luogo emotivo dove ci si incontra....
...c'è di tutto....e ,come nella realta' visiva,ci sono luoghi piu o meno consoni a ogni persona...
..nella realta' visiva ci sono luoghi di incontro formale,bar....pub....discoteche...
..ci sono luoghi per incontri loschi....scambio di coppia...incontri a due per trovare un terzo....luoghi per gay..
locali alle soglie della perdizione..
..che ha la chat di diverso???
è la realta'....puoi scegliere....parlare con chi ti assomiglia di piu,con chi ha il tuo stesso humor....la tua educazione...
..scegli.......elimini chi nn ti va....o discorsi che non ti appartengono!
.....se non altro, per entrare in chat.....risparmi la benzina.....sai che ci sono sempre almeno 100 persone.....entri nei discorsi senza tanti problemi...ti diverti...e te ne vai!!!

....ogni situazione va presa nel modo giusto!!!!
.......Buona chat a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Step
Viola
Viola
Messaggi: 18
Iscritto il: martedì 24 luglio 2012, 15:17
Località: Ciociaria

Re: La Chat.

Messaggioda Step » sabato 18 agosto 2012, 12:19

Chanel_5 ha scritto:
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:



Bellaaaaaaaaaaaaaaaaaa :P :D



:ghigna :ghigna :ghigna
Sono quello che sono... qualcuno deve pur esserlo...


Torna a “Chattando e Postando”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite